Limone sì, limone no?

Come si beve il tè? Zucchero, limone, latte?

Secondo alcuni l’usanza di mettere una fettina di limone nel tè nasce in Russia. Qui, prima dell’arrivo delle foglie orientali, si preparavano infusi con agrumi e bacche.

Secondo i puristi, aggiungerlo alla nostra bevanda non è una buona cosa perché ne modifica il sapore.

Secondo, invece, una ricerca del 2009 guidata da Mario Ferruzzi della statunitense Purdue University di West Lafayette in Indiana, pubblicata sulla rivista Food Research International, l’aggiunta di vitamina C, presente nel limone, nel tè verde fa benissimo.  Favorisce infatti l’assorbimento delle catechine, polifenoli che aiutano a prevenire ictus, tumori, diabete e malattie cardiache.

Secondo il professor Ferruzzi, anche con il tè nero si ha la stessa “reazione” ma il tè verde è di per sè più ricco di catechine come avevamo detto tempo fa parlando di fumo.

Voi usate il limone nel tè?

Annunci

2 pensieri su “Limone sì, limone no?

Grazie! Ci vediamo al prossimo tè :-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...