L'infusione a freddo è utile per preparare il tè freddo in casa

Come preparare il tè freddo in casa

Il tè freddo è sicuramente la bevanda dell’estate, anche per chi non beve abitualmente tè. Ma come preparare il tè freddo in casa?

Secondo me, il modo migliore è con l’infusione a freddo, ovvero lasciare le foglie di tè (circa 15 g – 2 cucchiai da minestra – per litro) in infusione in acqua fredda invece che in quella calda. Così si ottiene un tè freddo gustoso, anche senza zucchero, e diverso ogni giorno perché potrete sbizzarrirvi a usare foglie di tè sempre diverse.

Attenzione: ricordate di conservarlo in frigorifero o comunque al fresco sia durante l’infusione che dopo!

La differenza tra l’infusione a freddo e quella a caldo non è solo nella temperatura dell’acqua, ma anche nel tempo di infusione. L’infusione a freddo è infatti un’infusione lenta si completa in circa 6 ore. Per questo motivo io uso con successo questa strategia: inizio a preparare il tè freddo alla sera, prima di andare a dormire, lo metto in frigorifero e quando mi sveglio il tutto è pronto da gustare durante tutta la giornata (anche il giorno dopo se rimane… a me però non succede mai 🙂 ).

Di solito che cosa si fa? Si prepara il tè con acqua calda e poi si lascia raffreddare. Si può fare, ma il tè verde non viene bene (a questo proposito vi consiglio il post: tè verde: istruzioni per l’uso).

Altra tecnica: preparare il tè normalmente e poi abbassare subito la temperatura shakerando tutto con il ghiaccio. Si può fare, alcuni preferiscono questo metodo perché il sapore è più intenso di quello preparato con l’infusione a freddo ma consiglio di berlo subito. Il giorno dopo, soprattutto il tè verde, non ha proprio lo stesso gusto.

Come preparare il tè freddo in casa

 

Storia del tè freddo

E sapete quando e dove è stato inventato il tè freddo? Nel 1879 nel libro di cucina Housekeeping in Old Virginia dell’americana Marion Cabell Tyree si consiglia la ricetta del tè freddo così come lo conosciamo oggi. In altri libri di ricette precedenti si usava associare il tè verde freddo ad alcol e in generale il tè freddo era uno degli ingredienti dei cocktail inglesi e americani del tempo, ma non una bevanda da bere da sola. Questo fino al 1879, appunto.

Fino a inizio ‘900, il tè freddo si preparava con foglie di tè verde. Queste furono poi sostituite con foglie di tè nero perché più economiche e questa abitudine è rimasta. Solo negli ultimi anni, anche in commercio, sono ricomparsi i tè verdi freddi visto le proprietà di questo prodotto. Per me sono però troppo zuccherati e quindi preferisco preparare il tè freddo in casa in modo assolutamente naturale 🙂

Buona estate!!!

Annunci

22 pensieri su “Come preparare il tè freddo in casa

Grazie! Ci vediamo al prossimo tè :-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...